Ultime News

Il Bonus 80 euro e' sempre compensabile

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro torna sulla questione relativa al bonus degli 80 euro di cui all’art. 1 del DL 66/2014 e alla conversione in legge del testo e analizza le criticità legate all'applicazione del bonus irpef, in particolare per quanto riguarda le modalità di recupero del sostituto di imposta. Il primo argomento analizzato riguarda la compensazione in F24 del bonus ed in particolare se bisogna tenere conto dei limiti e delle conseguenti disposizioni riferite al divieto di compensare crediti in presenza di debiti iscritti a ruolo, fino alla concorrenza di cui all’art. 31, DL 78/2010.

Con la circolare n. 14 del 20 giugno 2014 si afferma che il bonus di 80 euro non soggiace alla limitazione prevista per la compensazione dei crediti mediante il modello F24, perché la norma non prevede tale modalità per il recupero.

La Fondazione studi fa notare che “la stessa Agenzia delle entrate, che aveva adottato questa metologia, ha reputato negativa l’applicazione del limite massimo di compensazione di 700 mila. Il bonus, quindi, potrà essere compensato in presenza di debiti iscritti a ruolo di importo superiore a 1.500 euro”.